Contatti

 
* informazioni: info@gianluiginuzzi.com
* segnalazioni: nuzzigianluigi@gmail.com
STAMPA
* ufficio stampa libri: Margherita Pigliapochi Chiarelettere via Melzi d’eril, 44 ,

20154 Milano tel 02-00649632  margherita.pigliapochi@chiarelettere.it

* ufficio stampa libri: Giulia Civiletti Chiarelettere via Melzi d’eril, 44 ,
20154 Milano tel 3485238601   giulia.civiletti@chiarelettere.it

* ufficio stampa tv Gli Intoccabili La7: Matteo Corfiati Coigest  matteo.c@goigest.com

* agente letterario: Luigi Bernabò and associates, via Cernaia 4,
21121 Milano. tel 02-45473700 agency@bernabo.it
Attachées de presse langue français Editions Michel Lafon:
Sylvie Arhab

Responsable du service de  presse
Editions Michel Lafon

01 41 43 85 73
06 79 40 39 92

Camille Groelly
01 41 43 09 82
06 50 62 18 17

c.groelly@michel-lafon.com

9 thoughts on “Contatti

  1. “Sua santità” è un libro assolutamente coinvolgente, denso come un romanzo, dettagliato come un report. Nuzzi fa un lavoro egregio, direi necessario non tanto per mettere a nudo quanto forse si poteva in parte intuire, quanto per dimostrare che sotto la coltre di cose note e dette riposa una realtà incredibile, più incredibile della nostra fantasia stessa.
    Ciò che colpisce di più, devo confessare, è il silenzio sostanziale che viene dai cattolici, dalle parrocchie, dai gruppi anche non tradizionalmente o non direttamente e totalmente dipendenti dalle stanze vaticane. Non avverto alcun conato di vomito di fronte alle malefatte della gerarchia apostolica romana; cinquecento anni o quasi un monaco tedesco si ribellò alle malefatte di una chiesa corrotta: a quando l’affissione di un nuovo manifesto d rinnovamento spirituale?

    • Il nuovo Papa è chiamato a rispondere allo smarrimento provocato dalla scelta di Ratzinger. Troverà un’agenda ricca di impegni importanti e problemi rilevanti: la crisi delle offerte, la crisi delle vocazioni e quelle della diminuzione dei fedeli, problemi che tu stesso rilevi nel tuo commento. Ma, forse, la questione centrale è la riforma della Curia Romana, riforma che Ratzinger non è riuscito a portare a termine e che, anzi, l’ha messo in una posizione di stallo che si è conclusa con il gesto dell’11 febbraio 2013.

  2. Gen.le.Nuzzi, desidero personalmente ringraziarla per il coraggio e la professionalità dimostrata nell’intervista di oggi a Verissimo , non ho mai avuto dubbi sulla veracità della documentazione da lei citata , i traumi ricevuti sin da ragazzo in tema di pedofilia ancor oggi sono vivi nel mio pensiero negli anni settanta dopo aver militato nel potere operaio e in lotta continua per lunghi anni sono divenuto un Testimone di Geova e mi occupo di medicina legale per la mia confessione religiosa.
    la pregheri di non farsi scoraggiare se qualcuno cercasse di crearle difficoltà al fine che smetta di fare della sua professionalità la cosa più importante della sua vita .
    ancora grazie per la sua serietà e professionalità .
    Gabriele Busatto
    Venezia

    • Gen.le Gabriele Busatto,

      Mi attengo come sempre ai fatti e rifuggo facili dietrologie, c’è molto lavoro sintomo dell’attenzione internazionale che ha suscitato il forte gesto del Papa che mescola le carte per i nuovi assetti Oltretevere. La Curia Romana è in crisi Ratzinger voleva riformarla e per il bene della Chiesa ha fatto un passo indietro.

  3. NUZZI SECONDO LEI BERTONE E’ L’ANTICRISTO PROFETIZZATO DA MALACHIA CHE “ACCOMPAGNERA’” IL MONDO VERSO LA FINE? SEMBRA UNA CAZZATA LO SO MA COMINCIO A CREDERCI (OGGI ANCHE IL TERREMOTO SU ROMA…..)

  4. Grazie Signor Nuzzi, avevo comprato il libro ma avevo letto solo poche righe, ma la settimana scorsa lo stavo leggendo ed ho visto anche la Sua intervista a Verissimo.
    Condivido quello che ha detto su Paolo Gabriele e ho visto l’emozione alla domanda di Silvia Toffanin su cosa direbbe al Papa……..non credo nelle coincidenze e stavo leggendo nel contempo un libro di Rino Camilleri……che riporta la frase di Benedetto XXVI che di dice di pregare per lui, affinche’ non scappi davanti ai lupi…. Non e’ scappato, ma ha portato una croce molto pesante e ora ne ha scelto una ancora piu’ pesante………

    • Gentile Marianna,

      un pontefice dimissionario rappresenta un’implicita apertura al potere secolare … penso che il Papa abbia preferito lasciare il timone della barca di Pietro a nuove mani piuttosto che farsi aiutare da chi dubitava; ritengo in ogni caso sia un gesto storico. I documenti svelati nel mio libro sicuramente hanno messo la Chiesa cattolica di fronte a quello che accade dentro i Sacri Palazzi. Rabbia, disorientamento e sgomento sono le prime reazioni istintive. Ora mi auguro che proprio quei documenti portino a scelte su uomini che sappiano proseguire la difficile opera di trasparenza avviata e portata avanti fin dove possibile da Benedetto XVI

  5. Gentile Nuzzi, davvero complimenti per le sue inchieste. Il Papa ha voluto fare un passo indietro perché amareggiato per non essere riuscito a riformare la Chiesa al suo interno come avrebbe voluto.
    In parte,all’inizio(da fervente cattolica), ho giudicato l’atteggiamento del Papa come “arrendevole” di fronte a certi dettami del rigorismo dottrinale, che comunque prevede sacrificio nel perseguire uno scopo.
    Poi, successivamente, mi sono ricreduta ed ho visto nel suo gesto il VERO sacrificio, cioè la rinuncia, che forse è un cammino ancor più difficile da intraprendere e sopportare.
    Grazie per la gentile attenzione.
    Io e la mia famiglia la seguiremo sabato su la 7, perché apprezziamo il vero giornalismo e la vera informazione.
    Paola

  6. Buongiorno,

    ho iniziato a leggere il libro “Sua Santità” per soddisfare il bisogno personale di comprendere, pur da laica quale sono, le dinamiche che si celano dietro un mondo (o, meglio, un Impero) misterioso e sconosciuto ai più, i cui autorevoli esponenti si rivelalano, pagina dopo pagina, soggetti più che mai a bieche debolezze terrene e lontani, se non avulsi, dalla spiritualità.
    La apprezzo molto come giornalista per la serietà e l’autorevolezza con cui affronta temi molto delicati, quali quelli che riguardano la Chiesa, fino ad oggi “intoccabile”.
    Le chiedo: ha mai ricevuto minacce personali ed intimazioni ad interrompere l’indagine? La sua Fede verso la ricerca della verità ha mai vacillato?
    La ringrazio
    Veronica

Lascia un Commento