Vaticano

Inizia il processo all’Informazione #NoInquisizione

novembre 24th, 2015

Non ho paura, sono sereno. Oggi non ho nessuna intenzione di pentirmi. Dovranno pentirsi gli altri, quelli che hanno sperperato i soldi dei più deboli, dei più poveri! Quelli che se la spassano in super attici a spese dei fedeli.
Dovranno pentirsi quelli che tradiscono Papa Francesco.
Oggi sarò in Tribunale Vaticano per denunciare un sistema di censura, che vieta la libertà di pensiero e d’informazione, come sancito dall’art. 21 della Costituzione italiana.
Ringrazio di cuore tutti voi, amici, che mi state sostenendo. Vi sento dalla mia parte e questo calore mi dà la forza di continuare a lottare! #NoInquisizione

Art.21 della Costituzione italiana:

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l’indicazione dei responsabili. In tali casi, quando vi sia assoluta urgenza e non sia possibile il tempestivo intervento dell’Autorità giudiziaria, il sequestro della stampa periodica può essere eseguito da ufficiali di polizia giudiziaria, che devono immediatamente, e non mai oltre ventiquattro ore, fare denunzia all’Autorità giudiziaria. Se questa non lo convalida nelle ventiquattro ore successive, il sequestro s’intende revocato e privo di ogni effetto. La legge può stabilire, con norme di carattere generale, che siano resi noti i mezzi di finanziamento della stampa periodica. Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni.

TAGS
POST CORRELATI
6 Commenti
  1. Rispondi

    L.M.

    24 novembre 2015

    L’attività giornalistica è molto delicata,spesso si rischia di entrare nel vortice dell’opinione pubblica,ma talvolta si arriva alle aule dei tribunali,che dire……….sono i rischi del tuo “operato”!!!
    Buona fortuna!!!
    L.M.

  2. Rispondi

    Simona

    24 novembre 2015

    Continui ad essere quello che e’! Faccia sapere a tutti lo schifo e il marciume che esiste dentro al Vaticano! Rimanga fedele a se stesso! Non si lasci intimorire tanta gente e’ con lei! La cosa che potra’ darle sempre coraggio di andare avanti sono gli occhi di tutte quelle persone fregate da quella falsa Chiesa! Uomini che hanno il coraggio di farsi chiamare uomini di Dio e invece sono uomini del male! Siamo tutti con lei sig. Nuzzi! Anche tutti i piu’ deboli vogliono chiarezza!

  3. Rispondi

    edoardo grynberg

    24 novembre 2015

    Rif.to Floris/diMartedì

    Gianluigi!
    Turista… americano… paraplegico…

    EBREOOOOOOOOOOOOOOO… quindi assassinato in quanto taleeee…
    Era fondamentale ricordarlo, ma te ne sei dimenticato!!!… Ed è stata una dimenticanza GRAVISSIMA!!!… Si chiamava Leon Klinghoffer…
    edoatdo grynberg

  4. Rispondi

    Paola Baldoni

    25 novembre 2015

    È inaudito ciò che Le sta succedendo solo per aver svolto il suo lavoro.
    Sono con Lei e con il suo collega Fittipaldi.

  5. Rispondi

    Flaviana Perna

    25 novembre 2015

    Uno stato che, secondo le parole di Cristo (il mio regno non è di questo mondo), non dovrebbe esistere si comporta come una associazione mafiosa che persegue chi ricerca la verità invece di chi commette crimini. Come mai la stessa celerità non è stata impiegata per perseguire e scacciare i preti pedofili? Un’altra frase di Cristo viene ampiamente citata dai preti: “Io sono la via, LA VERITA’, la vita”. Come intendono seguire Cristo sulla via della verità quando le loro azioni sono finalizzate proprio all’occultamento di essa? Questo tribunale (che non dovrebbe esistere) per come sta agendo mi ricorda molto l’inquisizione. Del resto la pena di morte nello stato del Vaticano è stata abolita solo nel 2001 per volere di Giovanni Paolo secondo. Significativo il silenzio totale delle autorità e dei politici italiani, solitamente logorroici quando si tratta di giustificare e difendere i loro privilegi. Nessuna manifestazione, fiaccolata, sit-in per due giornalisti che non sono al guinzaglio nonostante sia chiaro che si tratta di un processo farsa. La sentenza di condanna è scontata. Ma davvero avete intenzione di piegarvi alla protervia di uno stato come il Vaticano che tuttora protegge persone disoneste dalla legge italiana, che non paga le tasse come invece dovrebbe e in più accolla a noi cittadini italiani (con l’intesa dei nostri politici) le proprie spese senza che nessuno provi un minimo senso di vergogna? dica finalmente basta?

  6. Rispondi

    m.m.

    28 novembre 2015

    bravo bravo e mille volte bravo: che Uomo , che Coraggio , che Capacità. Finalmente possiamo sapere . Grazie- Cio’ che ti sta accadendo ( ti do’ del tuo sono una “piccola” collega che scrive di animali, altra categoria di creature indifese) è inaccettabile, una “farsa ignobile”! Stai tranquillo ci siamo noi accanto a te, io in prima linea, a costo di organizzare una mega manifestazione. La libertà di pensiero e di informazione NON SI TOCCA, NON SI CENSURA, NON SI PUNISCE- Passerai alla storia per aver avuto il coraggio, l’intraprendenza e onestà di aver denunciato questo marciume immondo, e forse qualcosa cambierà……quando il gioco si fa duro..i Duri cominciano a giocare !!!.un abbraccio m.m.

COMMENTA

Tweets Recenti
  • Stiamo preparando lo studio!!!...Stasera vi aspetto #QuartoGrado https://t.co/IcikzbkdAJ

    Tweeted on 03:53 AM May 26

  • https://t.co/WTLLgZWdpk

    Tweeted on 02:36 AM May 25

  • La Cei con Bassetti si avvicina a #PapaFrancesco https://t.co/Yybnk6UA8x

    Tweeted on 02:48 AM May 23

  • Dolore e odio rendono ciechi #MANCHESTERTRAGEDY https://t.co/78nbxoSdyS

    Tweeted on 12:18 AM May 23

Seguimi